Così il sole ti è amico

Impossibile d’estate sfuggire al desiderio di esibire un’abbronzatura dorata che, si sa, migliora la nostra immagine contribuendo ad aumentare l’autostima. Ma, ATTENZIONE, la parola d’ordine deve essere: MISURA. Infatti in dosi eccessive ed in assenza di un’adeguata protezione, i raggi solari non sono privi di rischi.

I raggi ultravioletti (UV-B) per esempio, indeboliscono ed assottigliano lo strato più superficiale della pelle (EPIDERMIDE), mentre gli UV-A, insieme agli infrarossi (IR), riescono a raggiungere lo strato più profondo (DERMA), alterandone la struttura. Le conseguenze possono essere più o meno gravi: dalla comparsa di macchie ed eritemi, alle ustioni, fino alla formazione di tumori della pelle chiamati MELANOMI o EPITELIOMI.

C’è da dire, però, che la pelle tenta di difendersi da sola attivando cellule specializzate (chiamate MELANOCITI), dando luogo così all’abbronzatura.

Ma tutto ciò non basta! E’ necessario allora adottare la strategia giusta!

Per prima cosa bisogna “giocare d’anticipo”: un mese prima dell’inizio delle vacanze, è bene cominciare ad assumere integratori a base di betacarotene, Vit E, C, PP, sostanze che svolgono un’azione antiossidante. Una volta in vacanza si può cominciare l’esposizione graduale, escludendo le ore centrali (dalle 12 alle 16). Contemporaneamente si devono applicare dei filtri adatti,tenendo conto del fototipo a cui si appartiene.

Si crede spesso che l’uso di fattori di protezione faccia abbronzare meno, ma si tratta di un pregiudizio: si allungano semplicemente i tempi necessari per raggiungere il massimo della colorazione, mantenendo la pelle sana e lontana da inutili rischi. Bisogna dunque cominciare dai solari con più alto fattore di protezione, poi scendere gradualmente mano a mano che la pelle si abbronza. I prodotti solari vanno applicati ogni due ore su tutte le zone scoperte del corpo, compresi orecchie, dorso di mani e piedi, palpebre (anche se si resta sotto l’ombrellone o il cielo è parzialmente nuvoloso) e, di nuovo, dopo ogni bagno, anche se la protezione è resistente all’acqua e dopo… bisogna assolutamente continuare a proteggere la pelle evitando di applicare prodotti parzialmente utilizzati o rimasti esposti al sole o al caldo nella stagione precedente.

Va eseguita anche una regolare idratazione utilizzando dei “dopo-sole” di qualità che siano in grado di rinfrescare la pelle e lenire gli arrossamenti.

Infine, con l’utilizzo dei prodotti adeguati, è possibile conservare la tintarella più a lungo!

Vai ai nostri prodotti in offerta

Posted in:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *