Intolleranze Alimentari

  1. Dianne-and-Todd-Food-Photography-Workshop-on-CreativeLive

Cefalea, sonnolenza, insonnia, ansia, stipsi, gonfiori, stanchezza cronica, improvvisi cambiamenti di peso, sono spesso conseguenza di scorrette abitudini alimentari:

“E’ L’INTESTINO CHE SI RIBELLA AI CIBI SBAGLIATI” determinando l’insorgenza di un’intolleranza alimentare.

Alcune persone accusano disturbi per mesi o addirittura anni, provando ogni tipo di cura senza rendersi conto che la causa può dipendere da un alimento “sgradito” al proprio organismo.

Le intolleranze alimentari non provocano reazioni violente ed immediate (shock anafilattico) a differenza delle allergie che invece sono reazioni patologiche rapide ed esagerate del sistema immunitario nei confronti dell’alimento ingerito. Proprio per questa caratteristica, le intolleranze alimentari non sono spesso collegate all’assunzione del cibo che le determina ma derivano dall’impossibilità dell’organismo a digerire un determinato alimento a causa di difetti metabolici provocati da uno scorretto stile di vita.

Dunque, le intolleranze alimentari sono riconducibili all’accumulo nel tempo di tossine che superano un VALORE SOGLIA proprio di ogni individuo.

Per riconoscere un’intolleranza alimentare sono a disposizione diversi TEST, tra cui il TEST EAV, ovvero un test non invasivo che si basa sulla misura delle variazioni di micro-correnti nel momento in cui l’organismo viene in contatto con gli alimenti da lui non tollerati.

Il TEST EAV ci permette di stabilire se il soggetto si trova di fronte ad uno stato di equilibrio bio-energetico oppure ad uno stato iper-energetico indice di infiammazione e/o di intossicazione.

Il riconoscimento, e quindi l’allontanamento del cibo o dei cibi incriminati per almeno 1-3 mesi, il mantenimento di una ottimale condizione digestiva e il controllo dell’infiammazione, sono gli steps da seguire per determinare il miglioramento del quadro sintomatologico e il raggiungimento di un ottimale stato di salute.

Posted in:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *